riusa logotype

La legge che favorisce lo spreco di cibo

Spreco cibo

Secondo le autorità dello Yorkshire, consegnare prodotti scaduti è un reato. Le leggi, e ancor più la loro burocratica applicazione, sono la causa maggiore dello spreco di cibo.

A seguito di una ispezione, in un magazzino che si occupa di beneficenza, sono stati trovati prodotti scaduti. Il progetto Real Junk Food Project, che dispone di 127 esercizi affiliati in tutto il mondo, mira a combattere gli sprechi alimentari raccogliendo prodotti che altrimenti verrebbero gettati via, consegnandoli al pubblico.

Adam Smith, co-fondatore del progetto, a seguito di una ispezione presso un locale a Leeds, è stato convocato a una udienza formale dal West Yorkshire Trading Standards Services (WYTS, l'autorità commerciale dello Yorkshire Ovest). Gli ispettori hanno dichiarato di aver trovato ben 444 articoli scaduti di oltre 6345 giorni dalla data di massimo utilizzo e soprattutto dopo la quale non è più possibile vendere il prodotto.

Smith si trova ad affrontare importanti accuse, che riprendono una legge del 1984, nonché i regolamenti che riguardano la sicurezza alimentare e l'igiene del 2013. Ha affermato che tutti i cibi venduti erano al sicuro e che il progetto non aveva ricevuto nessuna denuncia dal pubblico stesso.

Il Real Junk Food Project ha ben tre punti di distribuzione a Sheffield, Birmingham e Leeds, che ricevono il cibo scartato dai supermercati, dai banchi alimentari, dai grossisti e aziende agricole. I prodotti considerati idonei al consumo umano vengono inviati a scuole, caffetterie e società di catering, sulla base del pay-what-you-want. Il progetto è attivo da tre anni e mezzo e finora ha alimentato più di un milione di persone in tutto il mondo.

Come ha affermato Smith, avrebbero potuto fermarli tempo fa. Se fosse stato pericoloso, ha spiegato, non avrebbero permesso di continuare questo scambio. Smith, se dichiarato colpevole, rischia due mesi di carcere e una multa di 5000 £. Tra gli oggetti riscontrati fuori dagli standard di vendita, vi erano più di 100 sacchetti contenenti condimenti francesi, tra cui olio e aceto, che erano scaduti.

Secondo Smith, le merci hanno etichette di scadenza errate. Per esempio, la scorsa settimana sostiene di aver ricevuto da un supermercato limoni e banane ancora buonissimi, con data di scadenza già oltrepassata. Uno scopo del progetto è quello di sfidare la legge sulla sicurezza del cibo: molte persone vengono allarmate dalle etichette messe sui prodotti, compresa la data di scadenza. Il nostro istinto è abbastanza in grado di capire se il cibo è ancora buono o no.

Il progetto RJK, anche grazie all'aiuto di cuochi e personale qualificato nell'industria alimentare, distribuisce da anni cibo sicuro. Il giorno dell'udienza contro Smith, è stata indetta una protesta pacifica, un pic-nic con cibo scartato dalla vendita.

Il progetto ha ricevuto numerosi messaggi di supporto da parte dell'industria alimentare, tra cui anche la catena ristoratrice TGI Fridays. Vincere la causa significherebbe per l'industria risparmiare milioni di sterline, in quanto oggi stanno precauzionalmente gettando via tonnellate di cibo buono.

Il WYTS, interrogato sull'argomento, si è dichiarato disponibile a esaminare documenti che potrebbero assolvere Smith. Tuttavia, ha rimarcato, distribuire prodotti che hanno oltrepassato la data di scadenza è un reato.

Scrivi un commento