riusa logotype

Clima: il 2016 è stato l'anno più caldo

Temperatura nel 2016

Le temperature dello scorso anno hanno sbriciolato tutti i record storici. Brutto affare, ma almeno i negazionisti dovranno ammettere l'evidenza.

In tutto il mondo il 2016 è stato l'anno più caldo mai registrato secondo i rapporti pubblicati ieri dalla NASA e la National Oceanographic and Atmospheric Administration (NOAA).

Le temperature del 2016 hanno superato il record precedente, appartenente, guarda un po', al 2015, che a sua volta aveva abbattuto il primato del 2014. Anche i più cauti osservatori parlerebbero di una tendenza.

"Questo è il terzo anno consecutivo di calore record", ha detto Gavin Schmidt, direttore del Goddard Institute della NASA per gli studi spaziali. "Questo è successo solo una volta negli anni 1939-1941." Undici dei 12 anni più caldi mai registrati si sono verificati dopo il 2000. Chi è nato dopo il 1979, non hai mai realmente vissuto un anno di temperature "normali".

Secondo il NOAA, la temperatura media delle superfici terrestre e oceanica globali nel 2016 è stata di 14,82°C, vale a 0,93°C più calda rispetto alla media del 20° secolo. Analisi della NASA hanno rivelato che l'Artico si sta scaldando da due a tre volte più veloce rispetto al resto del mondo.

L'aumento della temperatura dello scorso anno è stato aggravato dal fatto che si trattava di un anno di El Niño, fenomeno climatico periodico che provoca un forte riscaldamento delle acque dell'Oceano Pacifico: questi anni tendono ad essere più caldi, mentre gli anni della Niña tendono ad essere più freschi. Ma, avverte Schmidt, "El Niño sta solo amplificando una tendenza al riscaldamento già di sé piuttosto marcata."

"Si può statisticamente cercare di eliminare gli effetti di El Niño sulle temperature medie annuali", ha detto Schmidt. E nel 2015, un altro anno 'El Niño', la NASA ha fatto proprio questo, scoprendo che la spinta del Niño vale circa 0,12 gradi Celsius. "Per il 2016, possiamo affermare che la tendenza moderna del riscaldamento globale contribuisce per il 90% dell'aumento e il Niño per circa il 10%", ha detto Schmidt. "Le temperature record sono dovute all'effetto serra."

"Per i climatologi non è una grande sorpresa," sostiene John Reilly, il co-direttore del Programma sulla politica del cambiamento globale del Massachusetts Institute of Technology (MIT) . "Abbiamo tenuto d'occhio la temperatura media mese per mese ed è stato abbastanza chiaro anche tre o quattro mesi fa che sarebbe stato un ennesimo anno record".

L'unico lato positivo di questa preoccupante tendenza potrebbe essere il silenziamento delle teorie negazioniste, ormai scomparse anche dai piani alti del potere finanziario (se mai ci sono state), come abbiamo detto in "Le banche non stanno facendo la loro parte".

Per quanto riguarda il 2017, la NASA prevede che sarà più fresco del 2016, ma non di molto.

Scrivi un commento