riusa logotype

Aumenta il riciclo in Scozia

Sepa

Il tasso di riciclaggio delle famiglie della Scozia supera il 45,2%.

Il 26 settembre 2017, la SEPA (Scottish Environment Protection Agency) ha pubblicato alcune statistiche ufficiali che forniscono informazioni dettagliate sui rifiuti domestici raccolti, i rifiuti finiti in discarica e quelli inceneriti nel 2016 in Scozia.

Le statistiche mostrano che nel 2016 i rifiuti domestici generati in Scozia sono aumentati di 1 punto percentuale dal 44,2% raggiunto nel 2015.

La SEPA riferisce che la quantità totale di rifiuti domestici generati in Scozia è stata di 2,5 milioni di tonnellate nel 2016, con un incremento di 30 mila tonnellate (1,2%) dal 2015.
E c'è una diminuzione di 19 mila tonnellate (1,6%) dei rifiuti domestici smaltiti in discarica.
La diminuzione dei rifiuti inviati alla discarica è dovuta alla combinazione dell'aumento del riciclaggio e quello dell'incenerimento dei rifiuti domestici.

I dati di tutte le 32 autorità locali della Scozia sono disponibili sul sito web di SEPA. Inoltre, per la prima volta, sono state pubblicate statistiche ufficiali specificamente per i rifiuti in discarica e per i rifiuti inceneriti nel corso del 2016 in tutto il Paese.

La quantità totale di rifiuti smaltiti in Scozia nel 2016 è stata di 3,72 milioni di tonnellate, con una diminuzione di 465 mila tonnellate (11,1%) a partire dal 2015. SEPA ha dichiarato che tutto ciò è in linea con una tendenza decrescente di rifiuti destinati alla discarica negli ultimi dieci anni.

La quantità totale di rifiuti inceneriti in Scozia nel 2016 era di 683 mila tonnellate.
Si tratta di un aumento di 28 mila tonnellate (4,3%) dal 2015 e un aumento di 273 mila tonnellate (66,6%) rispetto al 2011.

Secondo SEPA, i dati relativi ai rifiuti sono stati raccolti per monitorare l'efficacia delle politiche e per sostenere lo sviluppo, in particolare gli impegni presi in considerazione dagli affari scozzesi nel corso della realizzazione "Scottish Government's Making Things Last – A Circular Economy Strategy for Scotland".

Scrivi un commento