riusa logotype

Alberi in città

L'unica arma che abbiamo per contrastare le ondate di calore in città sono gli alberi. Ma quanti ne servono per raffrescare una strada cittadina?

L'asfalto è il peggior nemico di una città in estate. Intrappola i raggi del sole in due modi: in primo luogo, assorbendo la luce del sole in arrivo, catturando il calore e aumentando la temperatura diurna, in secundis rilasciando quel calore quando cala l'oscurità, impedendo alle ore della notte di raffreddare la città. Questo è l'effetto isola di calore urbano. È un problema di vecchia data, soprattutto nelle grandi città con più asfalto, ma sta diventando sempre più problematico grazie al riscaldamento globale.

I pianificatori urbani sono alla ricerca di modi per mitigare l'effetto isola di calore, ma in effetti hanno solo una freccia al loro arco: gli alberi. Bloccando la luce del sole e usando l'evapotraspirazione (un modo arzigogolato per definire l'acqua che evapora attraverso le foglie), gli alberi possono raffreddare l'aria che li circonda.

Di quanti alberi c'è bisogno? Potrebbe sembrare una domanda stupida: più ce n'è e meglio è. Ma per i progettatori di ambienti urbani, è una questione abbastanza importante. Comprendere la relazione tra il numero di alberi in una determinata area e l'effetto di raffreddamento complessivo della foresta urbana è una bella sfida. I ricercatori dell'Università del Wisconsin di Madison, hanno legato alcuni sensori a una bicicletta e hanno mandato una persona in giro per la città di Madison per testare le temperature a intervalli regolari con diversi livelli di ombreggiatura degli alberi. Hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista PNAS.

Ciò che hanno trovato è in qualche modo incoraggiante. In pratica, è necessaria una copertura ombreggiante di almeno il 40% della superficie cittadina rappresentata da strade e marciapiedi, per contrastare l'effetto di riscaldamento dell'asfalto. Una maggiore copertura induce ovviamente più effetto-raffrescamento, ma anche a meno della metà dell'ombra stradale, le città possono avere reali benefici.

Certo, questo è solo un numero medio. La forza raffrescante degli alberi dipende dalla percentuale di asfalto: aree con molti parchi, laghetti e giardini hanno bisogno di coperture inferiori, mentre aree intensamente asfaltate potrebbero non apprezzare a sufficienza coperture anche maggiori del 40%. In effetti, le due variabili sono altamente intrecciate. Il risultato è una correlazione complicata e una grande varietà di quanto alberi possono aiutare a raffrescare una strada.

Ma ciò non significa che aggiungere alberi sia insignificante. I vantaggi dell'ombreggiatura, anche quando sono piccoli, sono sempre molto apprezzati dalla popolazione. Inoltre, piantare alberi ha effetti proporzionalmente più alti di quanto non sia ridurre la superficie asfaltata. La maggior parte degli urbanisti non è sempre in grado di ridurre la percentuale di asfalto, quindi l'alberatura potrebbe essere un buon compromesso in zone difficili.

L'ideale, ovviamente, sarebbe eliminare il più possibile l'asfalto e piantare più alberi. Ma in mancanza di queste condizioni ideali, la ricerca suggerisce di concentrarsi sulle aree con l'ombreggiatura più bassa in questo momento, piuttosto che cercare di aumentare la copertura in zone già ombreggiate. Combattere il cambiamento climatico, scrivono, significa anche ridurre le disuguaglianze socioeconomiche, e spesso di censo e nazionalità, che già affliggono le nostre città. Le periferie a basso reddito con un'alta percentuale di minoranze, generalmente hanno già meno accesso allo spazio verde, mentre i quartieri ricchi e bianchi tendono ad avere una copertura vegetale molto più alta (e più soldi per l'aria condizionata). Se vogliamo aiutare davvero le persone, occorre piantare alberi soprattutto in aree dove non ci sono.

E anche se i numeri possono sembrare piccoli, gli effetti di raffrescamento sono tangibili. I ricercatori osservano che la migliore strategia sarebbe quella di coprire la maggior parte possibile di una città nel verde. Ma anche piantare pochi alberi ha prodotto un raffrescamento misurabile. Gli alberi ombreggiano i nostri cantieri, i nostri sentieri e persino l'interno delle nostre case. Alcuni altri rami strategicamente posizionati potrebbero fare la differenza.

Scrivi un commento