riusa logotype

L'Earth Overshoot Day più precoce di sempre

Lo scorso 29 luglio abbiamo esaurito le risorse che la Terra è in grado di rigenerare. È la data più precoce di sempre.

L'Earth Overshoot Day segna la data in cui la richiesta dell'umanità di risorse e servizi ecologici in un determinato anno supera quella che la Terra può rigenerare in quell'anno. Manteniamo questo deficit liquidando le scorte di risorse ecologiche e accumulando rifiuti, principalmente anidride carbonica nell'atmosfera. L'Earth Overshoot Day è calcolato da Global Footprint Network, un'organizzazione di ricerca internazionale che fornisceanche un menu di strumenti per aiutare l'economia umana a operare entro i limiti ecologici della Terra.

I cambiamenti climatici e l'evento di estinzione di massa che stiamo attraversando sono i risultati dell'umanità che ha vissuto collettivamente ben oltre i suoi mezzi per cinquant'anni. L'umanità è entrata per la prima volta in un superamento planetario delle risorse disponibili nel 1970. Da allora, abbiamo accumulato un enorme deficit ecologico riducendo una riserva ecologica accumulata in oltre 3,8 miliardi di anni di evoluzione sul pianeta Terra.

Dalla figura in cima all'articolo si evidenzia che non solo la nostra impronta ecologica è andata mediamente aumentando dal 1960 a oggi, ma che anche la bio-produttività e la biocapacità della Terra, ovvero la capacità di rigenerare le risorse, si è deteriorata, proprio a causa del nostro impatto.

Dare la colpa a un'umanità che consuma troppo e che ha causato questo impatto è in qualche modo fuorviante. Più in verità, una piccola parte dell'umanità ha causato la maggior parte del danno mentre tutta l'umanità dovrà subirne le conseguenze.

Per essere ancora più veritieri, milioni di persone nel sud del mondo, e che hanno avuto un impatto relativamente minuscolo sul causare questo disordine in cui ci troviamo ora, stanno già soffrendo e muoiono per gli impatti causati dalle persone che risiedono nella parte ricca e sprecona.

Con la statistica si può giocare, dire tutto e il suo contrario. Molte voci sono meno severe nella valutazione dell'impatto dei cittadini dei paesi sviluppati. Per esempio, alcuni attribuiscono alle 100 aziende più inquinanti (vedi Le 100 aziende più inquinanti del mondo) siano responsabili del 71% delle emissioni globali di gas a effetto serra. Questo fatto ridurrebbe molto la responsabilità dei cittadini, al 29% globalmente, ma a ben vedere è un artificio. Quando noi stappiamo e beviamo una Coca Cola, siamo responsabili dell'impatto della produzione del liquido, soprattutto della lattina, e pure delle condizioni dei lavoratori che hanno prodotto queste cose. Scaricare tutta la responsabilità sul produttore non è onesto.

Altri dicono che 26 miliardari ora possiedono più della metà della ricchezza del mondo. A parte il fatto che è semplicemente osceno avere questo livello di disuguaglianza nel mondo, resta il fatto che Jeff Bezos può stappare un numero di lattine di Coca Cola non molto diverso da quelle di ciascuno di noi, e quindi il suo impatto, nonostante i fantastiliardi, non può essere molto diverso dal nostro.

Per determinare la data del Earth Overshoot Day per ogni anno, la Global Footprint Network calcola il numero di giorni di quell'anno di cui la biocapacità della Terra ha bisogno per sostenere l'impronta ecologica dell'umanità. Il resto dell'anno corrisponde al superamento globale. L'Earth Overshoot Day viene calcolato dividendo la biocapacità del pianeta (la quantità di risorse ecologiche che la Terra è in grado di generare quell'anno), per l'impronta ecologica dell'umanità (la domanda dell'umanità per quell'anno) e moltiplicando per 365, il numero di giorni in un anno: la formula è questa: (Planet's Biocapacity / Humanity's Ecological Footprint) x 365 = Earth Overshoot Day.

L'Earth Overshoot Day si è costantemente spostato verso l'inizio di ogni anno. Quest'anno è caduto il 29 luglio.

Naturalmente si tratta di una stima approssimativa basata sui migliori dati disponibili al momento, ma è chiaramente indicativa. Quello che sappiamo è che stiamo ancora peggiorando le cose ogni anno piuttosto che iniziare il lungo viaggio di molti decenni di ripristino degli ecosistemi.

Puoi calcolare una stima approssimativa della tua impronta ecologica qui.

Scrivi un commento