riusa logotype

Di quanta natura abbiamo bisogno

Scienziati hanno quantificato il tempo ideale necessario da passare in spazi aperti, a contatto con la natura, per avere benefici alla salute. Potrebbero bastare 120 minuti a settimana.

È un fatto ormai accertato: trascorrere del tempo all'aperto, specialmente negli spazi verdi, fa bene alla salute. Numerose ricerche indicano che una passeggiata in un parco di quartiere, un'escursione nei boschi o un fine settimana in riva al lago può abbassare i livelli di stress di una persona, diminuire la pressione sanguigna e ridurre il rischio di asma, allergie, diabete e malattie cardiovascolari, aumentando al contempo la mente salute e aumento dell'aspettativa di vita. I medici di tutto il mondo hanno iniziato a prescrivere tempo nella natura come un modo per migliorare la salute dei pazienti.

Per quanto tempo o con quale frequenza dovresti vivere i grandi spazi aperti per trarne grandi benefici? C'è una dose raccomandata? Di quanta natura abbiamo bisogno? Secondo un articolo pubblicato lo scorso giugno sulla rivista Scientific Reports, la risposta è di circa 120 minuti la settimana.

Lo studio ha esaminato i dati di quasi 20.000 persone in Inghilterra che hanno partecipato al monitoraggio dal 2014 al 2016, che ha chiesto loro periodicamente di registrare le proprie attività nell'ultima settimana. È emerso che le persone che hanno trascorso due ore a settimana o più all'aperto hanno riferito di avere una salute migliore e di avere un maggiore senso di benessere rispetto alle persone che non sono uscite affatto. Trascorrere solo 60 o 90 minuti in natura non ha avuto un effetto altrettanto significativo. E cinque ore alla settimana in natura hanno mostrato di non offrire ulteriori benefici per la salute.

"Ciò che ci ha davvero stupito è stato che questo fatto si è dimostrato vero per tutti i gruppi di persone," ha riferito Mathew P. White, psicologo ambientale dell'Università di Exeter Medical School, autore principale dello studio. "Due ore a settimana costituivano la soglia sia per gli uomini che per le donne, per gli adulti e i giovani, i diversi gruppi etnici, le persone ricche o povere, e anche per coloro che vivono con malattie a lungo termine."

Non importava quanto vicino vivessero le persone agli spazi ricreativi, o quanto spesso li frequentassero, purché accumulassero due ore di tempo all'aperto entro la fine della settimana.

"La natura non è come una pillola che ti viene prescritta dal medico che devi assumere in piccole dosi ogni giorno," ha detto il dott. White. "Ciò che conta di più è che sei in grado di adattarlo al tuo stile di vita-"

Non tutti hanno il vantaggio di vivere vicino a paesaggi o parchi naturali che possono visitare ogni giorno. Ma possono ancora ottenere gli stessi benefici facendo una lunga passeggiata in un giorno o facendo un viaggio in un'area ricreativa per un fine settimana.

Nooshin Razani, pediatra presso l'ospedale pediatrico di Benioff a Oakland, in California, si è impegnato a prescrivere del tempo all'aperto ai suoi pazienti, che provengono da contesti a basso reddito. Dirige spesso gite di gruppo nelle vicine aree ricreative nel East Park Regional Park District.

"Quando vai in un parco con la tua famiglia, ci sono molte cose buone che accadono," dice Razani. "I bambini possono giocare ed essere fisicamente attivi. Cominciano a socializzare e ottengono un po' di sollievo dallo stress. Gli adulti hanno gli stessi benefici," ha aggiunto.

Circoscrivere la causa esatta di questi benefici per la salute è difficile. "La maggior parte degli studi come questo sono trasversali, quindi guardano solo in un momento," ha dichiarato Carla Nooijen, ricercatrice presso la Scuola svedese di scienze dello sport e della salute, a Stoccolma.

Tuttavia, le prescrizioni sulla natura stanno diventando sempre più popolari. In Svezia, la parola friluftsliv, che significa vivere vicino alla natura, è così radicata nella vita di tutti i giorni, dal pendolarismo in bicicletta al relax nelle saune sul lago, che esistono agevolazioni fiscali offerte come incentivi per lo stile di vita naturale.

In Corea del Sud, il governo sta creando dozzine di "foreste curative" per i suoi cittadini stressati. E l'anno scorso, l'NHS Shetland, il sistema ospedaliero nazionale in Scozia, ha iniziato a consentire ai medici di prescrivere attività all'aperto come parte ordinaria dell'assistenza ai pazienti.

Scrivi un commento