riusa logotype

IEA: il punto sull'energia nel 2018

Le nazioni-chiave dell'economia mondiale, vale a dire India, Cina e Stati Uniti, si prendono il 70% dell'aumento della domanda di energia. Rapporto IEA.

India, Cina e USA rappresentano insieme quasi il 70% dell'aumento della domanda di energia. La domanda mondiale è cresciuta del 2,3% l'anno scorso, il suo maggiore aumento in questo decennio, secondo una dichiarazione della settimana scorsa da parte dell'Agenzia internazionale per l'energia (International Energy Agency - IEA).

Questo eccezionale aumento della domanda di energia è stato determinato dallo stato di grazia dell'economia mondiale e da un maggiore fabbisogno di riscaldamento e raffreddamento in alcune regioni, secondo il rapporto dell'IEA.

Il rapporto sullo stato globale dell'energia e della CO2 ha anche affermato che la Cina rimane il leader mondiale nelle energie rinnovabili, sia per l'energia eolica che per quella solare.

Il gas naturale è ancora sulla cresta dell'onda, registrando i maggiori incrementi e rappresentando il 45% dell'aumento del consumo energetico. La crescita della domanda di gas è stata particolarmente forte negli Stati Uniti e in Cina. Questi risultati fanno parte dell'ultima valutazione IEA del consumo energetico globale e delle emissioni di biossido di carbonio (CO2) legate all'energia per il 2018.

Il rapporto fornisce una visione di insieme e aggiornata dei mercati dell'energia, compresi gli ultimi dati disponibili per petrolio, gas naturale, carbone, energia eolica, energia solare, energia elettrica ed efficienza energetica.

La domanda di tutti i combustibili è aumentata, con i combustibili fossili che hanno raggiunto quasi il 70% della crescita per il secondo anno consecutivo. La produzione di energia solare ed eolica è cresciuta a ritmi a due cifre, il solare aumenta del 31%. Tuttavia, l'aumento non è stato abbastanza rapido per soddisfare la domanda di elettricità in tutto il mondo che ha anche aumentato il consumo di carbone.

Di conseguenza, le emissioni globali di anidride carbonica legate all'energia sono aumentate dell'1,7 per cento a 33 gigatonnellate (Gt) nel 2018. L'uso di carbone nella sola generazione di energia ha superato le 10 Gt, rappresentando un terzo dell'aumento totale. La maggior parte proviene da un recente gruppo di centrali a carbone in via di sviluppo in Asia (vedi La Cina torna al carbone). La maggior parte della capacità di generazione a carbone oggi si trova in Asia, con impianti recentissimi: l'età media è di 12 anni, in rapporto a una media mondiale che supera i 50 anni.

La domanda di energia elettrica mondiale è in crescita del 4% nel 2018 a oltre 23.000 terawattora. Questa rapida crescita sta spingendo l'elettricità verso una quota del 20 percento del consumo finale totale di energia.

Le energie rinnovabili hanno contribuito in modo determinante a questa espansione della generazione di energia, rappresentando quasi la metà della crescita della domanda di energia elettrica. La Cina rimane il leader nelle energie rinnovabili, sia per l'energia eolica che solare, seguita dall'Europa e dagli Stati Uniti.

L'anno scorso può anche essere considerato un altro anno d'oro per il gas, che rappresenta quasi la metà della crescita della domanda globale di energia, ma nonostante la maggiore crescita delle rinnovabili, le emissioni globali sono ancora in aumento, dimostrando ancora una volta che è necessaria un'azione più urgente su tutti i fronti: sviluppo di soluzioni energetiche completamente pulite, contenimento delle emissioni, miglioramento dell'efficienza e stimolazione degli investimenti e dell'innovazione, tra cui la cattura, l'utilizzo e lo stoccaggio della CO2 (vedi CO2 sotto terra).

Quasi un quinto dell'aumento della domanda globale di energia è dovuto alle temperature estreme causate del riscaldamento globale. Proviene infatti da una maggiore domanda di riscaldamento e raffrescamento, poiché le temperature medie invernali ed estive in alcune regioni si sono avvicinate o hanno superato i record storici.

Gli Stati Uniti hanno visto il più grande aumento della domanda di petrolio e gas in tutto il mondo. Il suo consumo di gas è salito del 10% rispetto all'anno precedente, l'aumento più rapido dall'inizio delle registrazioni IEA nel 1971.

La domanda globale di gas si è espansa al suo tasso più rapido dal 2010, con una crescita anno su anno del 4,6 per cento, il secondo anno consecutivo di forte crescita, trainata dalla maggiore domanda e sostituzione dal carbone.

Scrivi un commento