riusa logotype

Luci Natalizie

Luci natalizie

Come smaltire correttamente luminarie, catene di luci e decorazioni luminose

E' tradizione durante il ponte dell'Immacolata in Italia dare il via alle decorazioni natalizie con luci colorate nelle nostre case mentre per le vie delle città si accendono le luci delle feste.

Una tradizione che spinge a sostituire le decorazioni vecchie e/o rotte che solitamente non vengono smaltite correttamente, tirando l'ennesimo pugno in faccia all'ambiente.

Ecolamp, il Consorzio per la raccolta e il recupero di apparecchiature luminose esauste, che ha l'obiettivo di far funzionare correttamente la gestione anche delle decorazioni natalizie che, una volta terminato il loro ciclo, fanno parte dei RAEE (Rifiuti di Apparecchiature elettriche ed elettroniche) e decide quindi di mettere in luce i 3 possibili sistemi per poterle conferire correttamente, proprio in vista dei preparativi natalizi.

1- In più di 3.900 Centri di Raccolta Comunali: ci sono in tutta Italia e sono provvisti di appositi contenitori per la raccolta differenziata delle diverse categorie di RAEE.
Addobbi e catene luminose vanno inserite nei contenitori del gruppo R4 (apparecchi di illuminazione, piccoli elettrodomestici ed elettronica di consumo).

Per semplificare la ricerca del Centro di Raccolta più vicino ai cittadini, Ecolamp ha predisposto l'applicazione "L'isola che c'è", che si può scaricare gratuitamente sia su iOs che su Android, oppure visitando la pagina sul loro sito.

2- "ritiro uno contro uno": consegnare il rifiuto gratuitamente al negoziante, acquistando un prodotto nuovo equivalente. Forse una delle soluzioni più pratiche.

3- "ritiro uno contro zero": A partire da luglio 2016 si può conferire un piccolo Raee presso i negozianti senza sostenere alcun costo e soprattutto senza obbligo di acquisto.
Sono obbligati a ritirarlo tutti i punti vendita con una superficie dedicata alle Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche di oltre 400mq.
Anche i negozianti di cui sopra, qualora lo volessero, possono applicare questo sistema.

Una raccolta di oltre 960.000 kg di lampade esauste in tutta Italia quella effettuata nella prima metà del 2016 da Ecolamp, il quale afferma che la fetta maggiore (56%) è pervenuta dalla raccolta differenziata dei singoli cittadini che sono andati fisicamente nei centri di raccolta serviti dal Consorzio nel periodo stabilito.

Scrivi un commento