riusa logotype

CO₂: possibili estinzioni di massa

Uno scienziato predice "l'estinzione di massa" causata dal superamento di una soglia di carbonio nelle acque oceaniche.

Lo scienziato del MIT Daniel Rothman ha diffuso nuove scoperte che suggeriscono che la Terra potrebbe essere diretta verso un evento di "estinzione di massa" se superassimo una certa soglia di anidride carbonica nei nostri oceani.

L'attuale velocità con cui l'anidride carbonica è assorbita dalle acque degli oceani, dice, potrebbe causare una cascata inarrestabile di feedback chimici. Rothman afferma che potremmo essere preoccupantemente "vicini a questa soglia critica".

Rothman, professore di geofisica e condirettore del Centro Lorenz nel Dipartimento di Terra, Scienze atmosferiche e planetarie del MIT, sostiene che il futuro potrebbe essere molto cupo se superassimo una soglia di anidride carbonica nei nostri oceani.

Il superamento della soglia potrebbe causare un ciclo di feedback catastrofico: l'afflusso di anidride carbonica negli oceani che causa un'acidificazione estrema dell'oceano, che porterebbe a un rilascio ancora maggiore di anidride carbonica.

Questo circolo vizioso, dice Rothman in un comunicato stampa del MIT, causerebbe enormi cambiamenti nella quantità di CO₂ contenuta negli oceani della Terra, con conseguenze potenzialmente terribili.

Utilizzando i record geologici, geologi come Rothman stanno confrontando le prove dei cambiamenti negli strati di sedimenti, risalenti a centinaia di milioni di anni fa, con gli attuali livelli di C02 nei nostri oceani.

Per le sue ricerche, Rothman ha esaminato queste misurazioni e ha osservato che negli ultimi 540 milioni di anni, la riserva di carbonio dell'oceano è cambiata bruscamente, spesso cambiando drasticamente prima di tornare al livello precedente.

Questo picco del ciclo del carbonio è straordinariamente presente nel periodo di quattro delle cinque grandi estinzioni di massa nella storia della Terra. In altre parole, modelli simili a quello a cui stiamo assistendo hanno una correlazione, nella storia della Terra, con eventi catastrofici.

A differenza dei precedenti picchi di anidride carbonica nell'oceano, stiamo assistendo a un innalzamento dei livelli a un livello molto più rapido a causa dell'inquinamento umano.

Come riporta il comunicato stampa del MIT, "gli oceani di oggi assorbono CO₂ con velocità di un ordine di grandezza superiore al peggiore dei casi nei record geologici, ovvero l'estinzione del Permiano finale".

In passato, sono servite decine di migliaia di anni o più per eruzioni vulcaniche e altre cause naturali per innescare problemi ambientali. Gli esseri umani, però, stanno rilasciando anidride carbonica nell'atmosfera solo da un paio di centinaia di anni: una velocità che non ha precedenti.

Oggi siamo nel pieno del picco, sostiene Rothman nel pezzo del MIT. Se ciò accadrà, le prove da precedenti eventi di estinzione globale suggeriscono che potremmo trovarci di fronte a una catastrofe enorme.

"Una volta superata la soglia, il modo in cui ci siamo arrivati ​​potrebbe non avere importanza", afferma Rothman. Tutto quello che sappiamo è che gli umani stanno aumentando rapidamente la quantità di CO₂ nella nostra atmosfera. "Una volta superata, hai a che fare con dinamiche che procedono per loro conto."

Scrivi un commento