riusa logotype

Eolico in Europa: c'è posto

L'Europa ha spazio per turbine eoliche sufficienti per alimentare il mondo intero, secondo uno studio.

L'Europa ha abbastanza spazio per creare milioni di turbine eoliche che potrebbero alimentare il mondo intero fino al 2050, secondo una nuova analisi scientifica.

Un team internazionale di ricercatori afferma che ci sono 4,9 milioni di chilometri quadrati di terra, il 46% del totale dell'Europa, che sarebbero adatti per le turbine eoliche, secondo un documento pubblicato su Energy Policy.

La costruzione di 11 milioni di turbine eoliche aggiuntive potrebbe creare 497 exajoule (una quantità mostruosa, pari a 497 miliardi di gigajoule) di energia, in grado, in teoria, di soddisfare il fabbisogno energetico mondiale annuo, almeno fino al 2050, quando si prevede una domanda globale di 430 exajoule.

Raggiungere questo obiettivo significherebbe aumentare la produzione di energia eolica a terra di un fattore superiore a 100, affermano gli scienziati. Niente di praticamente attuabile, ma resta il fatto che dovremmo aumentare drasticamente l'energia eolica per evitare la catastrofe climatica.

"Lo studio non è un progetto, ma una guida per i politici, che indica il potenziale di quanto si può fare di più e dove esistono le opportunità principali", ha affermato il co-autore Benjamin Sovacool, professore di politica energetica all'Università del Sussex.

"Il nostro studio suggerisce che l'orizzonte è luminoso per il settore eolico terrestre e che le aspirazioni europee per una rete di energia rinnovabile al 100% sono tecnologicamente alla nostra portata collettiva", ha affermato.

"Ovviamente, non stiamo dicendo che dovremmo installare turbine in tutti i siti identificati, ma lo studio mostra l'enorme potenziale di energia eolica in tutta Europa."

Gli scienziati hanno analizzato i dati del programma satellitare europeo Copernicus e gli atlanti della velocità del vento. Hanno anche usato i dati del sistema di informazione geografica per trovare aree che potrebbero non essere adatte a un parco eolico a causa di strade e accesso limitato per motivi militari o politici.

Peter Enevoldsen, assistente professore di tecnologia energetica all'Università di Aarhus, ha dichiarato: "I critici sosterranno senza dubbio che la fornitura intermittente di energia naturale rende l'energia eolica a terra inadatta a soddisfare la domanda globale, ma anche senza tenere conto degli sviluppi della tecnologia delle turbine eoliche nei prossimi decenni, l'energia eolica a terra è la fonte di energia rinnovabile più economica e matura. L'utilizzo delle diverse regioni eoliche in Europa è la chiave per soddisfare la domanda di energia rinnovabile al 100% e sistema energetico completamente decarbonizzato."

Grandi parti dell'Europa occidentale sono mature per le campi eolici terrestri perché hanno una buona velocità del vento e terreni pianeggianti. I ricercatori affermano che anche Turchia, Russia e Norvegia hanno un enorme potenziale per la futura densità dell'energia eolica.

Mark Jacobson, professore di ingegneria all'Università di Stanford, ha dichiarato: "Una delle scoperte più importanti di questo studio, a parte il fatto che conclude che il potenziale eolico onshore europeo è maggiore di quanto precedentemente stimato, è che facilita la capacità di paesi per pianificare lo sviluppo delle proprie risorse eoliche onshore in modo più efficiente, facilitando così la strada agli impegni di questi paesi di passare interamente a energia pulita e rinnovabile a tutti gli effetti."

Scrivi un commento